Utenza

 

 

Obiettivi Utenza Attività Progetti Eventi Giornalino Galleria Contatti Guestbook Privacy Policy

 

Tipologia di utenza

La comunità terapeutica può essere considerata di tipo 2 in base agli utenti che può accogliere:

Tipo 2: è destinata ad utenti con grave patologia psichiatrica, con storia recente di malattia ed anagraficamente giovani, con necessità di trattamenti intensi, articolati e da svolgersi  al di fuori dell’abituale ambiente di vità, per un periodo di tempo definito e rivalutabile in corso di trattamento, in media tra i 12 e 24 mesi.

Lo scopo del trattamento è il recupero di competenze individuali e di funzionali livelli di autonomia. I programmi individualizzati di cura prevedono, accanto alla residenzialità, con presenza continuativa del personale nelle 24 ore, anche momenti di articolazione di attività diurne svolte nei centri semiresidenziali e trattamenti specifici presso i servizi di salute mentale. Si prevede anche lo svolgimento di una serie di attività esterne alla residenza con soggetti istituzionali e sociali, utili al processo di integrazione degli utenti.

La  dimissione dalla residenza può dar luogo al pieno reinserimento nell’abituale ambiente di vita, oppure  all’ammissione in altre strutture a minor livello di protezione, per rafforzare o completare il percorso terapeutico – riabilitativo.

 

Modalità di ingresso

Tutti gli enti istituzionali (DSM, CSM, Comuni, SERT, GOAT, Tribunale), che hanno in carico l’utente possono presentare proposte di inserimento, nonché privati cittadini.

L’ingresso  dell’utente in comunità è volontario ed è di prassi preceduto dalla presentazione del caso da parte del servizio inviante attraverso una relazione  scritta.

L’opportunità di accedere ai programmi della comunità è quindi valutata dallo Staff di Comunità, prendendo in considerazione la specificità del caso, l'adeguatezza al tipo di intervento, l’integrazione con il gruppo di utenti già residente. Dal punto di vista operativo, l'inserimento, quando possibile, è graduale attraverso visite di conoscenza.

La retta giornaliera varia in base al progetto individuale ed all’intensità terapeutica dell’intervento.

Rif: delibera della Regione Umbria n 406 del 2 marzo 2006

 

Modalità di intervento

L'andamento della vita comunitaria è di per sé orientato in senso terapeutico,attraverso l'impostazione e l'elaborazione di un sistema di regole per la vita comunitaria.

Una modalità di intervento  è  relativa alle attività valutativo-diagnostiche,  sia relative agli aspetti psicopatologici, che alle abilità sociali, relazionali, lavorative, ecc. dell’utente, che alle caratteristiche peculiari dei contesti di provenienza e delle loro risorse, in integrazione e coordinamento con l’attività valutativa svolta dal inviante.

Attività di verifica periodica del progetto individuale tramite l’utilizzo e l’elaborazione di dati provenienti da strumenti validati scientificamente.

Monitoraggio della soddisfazione degli utenti attraverso somministrazione di questionari validati scientificamente.

 

 

Obiettivi Utenza Attività Progetti Eventi Giornalino Galleria Contatti Guestbook Privacy Policy

Precedente Home Successiva